Per l’Honduras

DIAMO VISIBILITÀ ALL’HONDURAS PER EVITARE CARNEFICINE!

Honduras

Honduras

Firma anche tu il documento e mandalo in giro.

La situazione in Honduras sta precipitando. Gli squadroni della morte sono in azione. “Siamo in una situazione peggiore di quella vissuta negli Anni ‘80, quando i militari, che fanno parte del Governo golpista, fecero sparire un grande numero di honduregni”, ha detto Hugo Maldonado, presidente del Comitato dei diritti umani a san Pedro Sula, denunciando che, attorno alla sua casa e a quella di altri dirigenti, girano pericolosi individui armati. Stessa denuncia da parte di P.T., una cooperante europea che teme  di rivelare il suo nome, e che  è stata presente alla grande manifestazione in attesa del Presidente legittimo Manuel Zelaya. L’aereo con Mel Zelaya e con il presidente delle Nazioni Unite, non ha potuto atterrare per la minaccia di essere abbattuto e, dopo aver sorvolato l’aeroporto, ha dovuto dirigersi fuori dal Paese.

P.T., che è in clandestinità e cambia casa ogni due giorni per motivi di sicurezza, ha visto ammazzare sotto i suoi occhi il sedicenne che manifestava con altri in un corteo allegro e pacifico. E ieri sera, attraverso la rete giungevano richieste di aiuto internazionale, come quella di Juan Ramon, che era all’aeroporto e invocava l’invio delle Forze Onu. Anche Rigoberta Menchù, Nobel per la pace, è seriamente preoccupata soprattutto per chi si occupa di diritti umani che sta raccogliendo testimonianze sulle illegalità, le minacce, le intimidazioni e le vessazioni perpetrate dai golpisti. Questi volontari “sono i più indifesi, perchè non hanno un luogo dove proteggersi, neppure in Chiesa”, ha dichiarato. E’ più che mai necessaria una attenzione politica e mediatica internazionale per evitare che l’Honduras diventi quel Cile o quella Argentina che oggi ricordiamo con orrore.

Aspetti del colpo di Stato in Honduras:

watch?v=pjqpj3J3o6g

Tutte le forze progressiste dell’America Latina hanno denunciano il colpo di stato come un atto della destra reazionaria, che, seguendo i diktat dell´imperialismo, mira alla soppressione della libertà del popolo honduregno di potersi esprimere nelle urne elettorali per l´approvazione di una nuova Costituzione e di continuare con l´esperienza democratica iniziata con l´elezione del Presidente Zelaya.

Di fronte al vergognoso comportamento delle televisioni pubbliche che in questi giorni hanno tessuto le lodi del neodittatore Micheletti, invitiamo radio, tivù, giornali e siti internet a dare la massima visibilità a quanto accade in Honduras e al comportamento criminale dell’esercito golpista.

*

firmatari

Alexander Höbel, storico

Angela Lano, direttora dell’agenzia stampa Infopal.it

Maurizio Musolino, giornalista de La Rinascita della Sinistra

Marilisa Verti, direttrice di El Moncada

Jacopo Venier, direttore di Pdcitv

Giuseppe Casarrubea, storico

Advertisements

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in MONDO e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...