Due documenti su Rossellini

Roberto Rosselini

Roberto Rossellini

Presentiamo, in allegato Pdf, due documenti sul regista Roberto Rossellini (1906-1977) provenienti dal Nara (Washington) e dall’Archivio centrale dello Stato (Roma). Sono stati desecretati rispettivamente nel 2000 e nel 1996. Si riferiscono agli anni 1944-1946. I documenti, stando alla questura di Roma e al capo del controspionaggio americano in  Italia, indicano, tra l’altro, Rossellini in contatto con il comando tedesco a Roma.

*

Ci piacerebbe che fossero i lettori a valutarne il contenuto e ad aprire un dibattito su questo blog.

I documenti sono consultabili presso l’Archivio Casarrubea di Partinico (Pa).

Giuseppe Casarrubea e Mario J. Cereghino

*

Di seguito la traduzione del documento Usa, a firma di James Jesus Angleton  (Special Counter Intelligence, Unità Z, X-2, Roma).

*

James J. Angleton

James J. Angleton

CONFIDENZIALE

DESTINATARIO: Gene Caprio, assistente dell’addetto stampa dell’ambasciata statunitense, Roma (Italia).

MITTENTE: capitano James J. Angleton, comandante dello Special Counter Intelligence (Sci), Unità Z (Memo: JRX-3851), Roma.

TITOLO: Roberto Rossellini

COLLOCAZIONE: National Archives and Records Administration (Nara, College Park, Maryland, Stati Uniti d’America), Record Group 226, Entry 108A, Box 231.

DATA: 17 luglio 1946

In riferimento alla Sua lettera del 30 giugno u. s., in cui si chiedeva un profilo sulla sicurezza e sulla carriera personale del Soggetto, questa Unità ha compiuto delle indagini e raccolto le seguenti informazioni:

a)   Roberto Rossellini, fu Angelo Giuseppe ed Elettra Bellan, è nato a Roma (Italia) l’8 maggio 1906 e risiede in via Parco Pepoli 20, Roma. Occupazione: regista cinematografico. Stato civile: coniugato con due figli (ma è legalmente separato dalla moglie);

b)   nell’ottobre del 1928, il Soggetto si infatuò di una ballerina nota come “La Castignola”, che egli seguì fino a Napoli. Poco dopo, la ballerina si suicidò a Milano e, nel novembre dello stesso anno, il Soggetto evidenziò segni di instabilità mentale. Dovette quindi essere ricoverato presso la casa di cura “Colucci” di Capodimonte (Napoli);

c)   a causa dello stato mentale del Soggetto, il padre lo privò dei diritti civili tramite il Tribunale di Napoli. Nominò poi l’avvocato Riccardo Randelli (via Frattina, Roma) tutore e amministratore del Soggetto (sempre tramite il Tribunale di Napoli);

d)   durante l’occupazione tedesca di Roma, il Soggetto si ritrovò senza lavoro a causa dell’inattività dell’industria cinematografica italiana. Viveva di attività di “mercato nero” in collaborazione con i tedeschi. In questo periodo, abitava presso la pensione “Patrizi” (al numero 11 di Piazza di Spagna) assieme alla sua amante, Roswitua Schmidt, una ragazza tedesca nata a Berlino (Germania) il 1° novembre 1918, residente in Italia dal 1939. Si tratta di un’attrice cinematografica che, nel 1934, lavorava per la “S. A. Continental Cine”. Durante la loro permanenza alla pensione “Patrizi”, frequentavano molti ufficiali tedeschi;

e)   inoltre, il Soggetto intratteneva rapporti molto amichevoli con Osvaldo Ricchi, arrestato il 24 agosto 1945 dalla Sezione Politica della Questura di Roma e denunciato alla Corte Alleata come collaboratore delle forze delle SS tedesche in Italia;

f)   negli ultimi due anni e mezzo, il Soggetto ha vissuto in via Parco Pepoli 20, dove ha affittato un piccolo appartamento assieme alla sua amante, Roswitua Schmidt. Al momento, il Soggetto si trova a Napoli per lavorare ad una produzione cinematografica. Si sposta frequentemente a Roma;

g)   a causa della sua instabilità mentale, il Soggetto è sottoposto a una discreta vigilanza da parte della Questura di Roma. Ha sempre condotto una vita dispendiosa e stravagante e, dopo la morte del padre nel 1931, ha in breve dissipato in luoghi malfamati i beni ereditati. Dopo essersi ritrovato in cattive condizioni finanziarie, ha iniziato a vivere di espedienti e a sfruttare le sue molte amanti;

h)    nel 1942, il Soggetto chiese ufficialmente di iscriversi al Partito Fascista. Tuttavia, non ricoprì alcun incarico politico;

i)    sulla richiesta del Soggetto per ottenere il passaporto e poter così recarsi negli Stati Uniti, la Sezione Politica della Questura di Roma ha espresso un parere molto sfavorevole.

Distribuzione:

–    Washington (2 copie)

–     Archivi (2 copie)

ANGLETON SU ROSSELLINI

QUESTURA DI ROMA SU ROSSELLINI

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in DOCUMENTI STORICI e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...