Il rinnegato Pound

Ezra Pound

Ezra Pound

Abbiamo rintracciato ai National Archives di College Park (Usa) alcuni documenti inediti, desecretati nel 2000, sul poeta americano Ezra Pound. Sono carte del controspionaggio dell’Esercito statunitense in Italia che, già il 4 marzo 1944, dà indicazioni per la sua cattura.  L’intellettuale era stato indiziato dal Gran Giurì di Washington per tradimento, ossia per aver curato “trasmissioni radiofoniche antiamericane iniziate a Roma nel 1940”.

*

Questo primo documento è redatto dal maggiore Arthur R. Blom del Counter Intelligence Corps (Cic), contiene in allegato una foto  del ricercato e la sua descrizione fisica. Un successivo documento riporta altre informazioni su Pound e la sua famiglia (Nara, rg 226, e. 174, b.16, f.126).

Il 27 aprile 1945, due giorni dopo la Liberazione di Milano, l’agente del  Federal Bureau of Investigation (Fbi), Frank L. Amprim, da Roma  invia una nota al tenente colonnello Stephen J. Spingarn (Cic), un ufficiale che per venti mesi ha dato la caccia ai commandos e alle spie della Rsi e dei servizi segreti nazifascisti. Per intenderci, è l’uomo che aveva indagato sulla Decima Mas di Junio Valerio Borghese e sulle sue connessioni con la banda Giuliano in Sicilia, sul gruppo “Onore e combattimento” e su Carla Costa, alias “Carla la Pazza”, una spia appena diciassettenne al soldo del gruppo nazifascista Sabotatori e Attentatori di Tommaso David, capo del controspionaggio della Rsi.

Amprim allerta Spingarn che il Dipartimento della Guerra Usa desidera che Pound “sia messo sotto custodia”. Gli fornisce anche un’ulteriore informazione: risiede a Rapallo, in via Marsala, 12.

*

Ezra Pound negli anni giovanili

Ezra Pound negli anni giovanili

La risposta di Spingarn è datata 17 maggio 1945. Pound è definito “un rinnegato” e l’ufficiale confida all’agente dell’Fbi: “Spero che sia raggiunto dalla giustizia che si merita ampiamente”. Conclude definendo il letterato un “essere schifoso” e informa che questi si trova già in mani americane.

Alcuni giorni prima, l’agente del Cic Ramon Arrizabalaga ha bussato alla porta della casa di Pound a Rapallo, apprendendo però che il poeta era stato portato via il giorno prima da una pattuglia partigiana e consegnato alla  Novantaduesima divisione di fanteria americana. Pound viene poi riportato nella sua abitazione di via S. Ambrogio 60. E’ qui che il 7 maggio arrivano Arrizabalaga e l’agente dell’Fbi Amprim. I due lo interrogano a lungo, stilano un verbale dattiloscritto di sei pagine e gli sequestrano una gran quantità di documenti. Ultimate le operazioni di perquisizione, Pound sottoscrive il  verbale (vedi allegato pdf). E’ condotto poi a Genova e in seguito al campo di prigionia per fascisti recalcitranti di Coltano (Pisa).

Nell’abitazione è presente anche Olga Rudge, la compagna di Pound, dalla quale ha avuto una figlia, Mary, ormai ventenne  (Nara, rg 226, e. 174, b. 42, f. 339).

Tutti i documenti citati sono consultabili anche presso l’Archivio Casarrubea di Partinico (Pa), alle segnature: MJC G-2 e G-49.

Giuseppe Casarrubea e Mario J.Cereghino

Guarda i documenti in pdf:

Pound deposizione0001

Pound deposizione0002

Pound deposizione0003

Pound deposizione0004

Pound deposizione0005

Pound deposizione0006

Pound deposizione0007

Pound deposizione0008

Per vedere alcuni video su Ezra Pound, clicca qui sotto:

Pasolini ed Ezra Pound

Intervista a Cacciari su Pound

Ezra Pound a Venezia

Ezra Pound e i suoi scritti

Advertisements

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in Cultura, DOCUMENTI STORICI e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...