Manuale di propaganda occulta

Pubblichiamo di seguito il lungo testo divulgato ad uso interno dall’Office of Strategic Services (Oss), nel maggio 1946.  Il documento, da noi ritrovato nel 2004 negli Archivi nazionali americani di College Park (Maryland), è di straordinaria attualità e dimostra, ancora una volta, che la manipolazione mediatica delle masse non è una prerogativa degli attuali leader della scena mondiale, a cominciare da quelli del nostro Paese.

GC e MJC

*

Segreto

Destinatari: tutti i capi area

Mittente: Settore di intelligence per la propaganda, ufficio del Si (Ssu, dipartimento della Guerra, Washington).

Oggetto: Manuale di intelligence per la propaganda occulta

Data: 16 maggio 1946.

Suggeriamo la lettura del memorandum in allegato (preparato dal settore di intelligenza per la propaganda del Si) e l’invio di tutti i materiali che possano interessare questa operazione.

Vi chiediamo inoltre di aprire una discussione sul memorandum e di illustrarne i contenuti ad ogni capo settore.

*

Covert propaganda intelligence

Introduzione

Il manuale è destinato al settore di intelligenza per la propaganda, con l’obiettivo di dotare gli agenti del Si di una guida basica per la raccolta di informazioni segrete sulla propaganda occulta.

Il manuale comprende:

gli obiettivi del settore di intelligenza per la propaganda;

i fondamenti per rendere possibili l’individuazione, la raccolta e la diffusione di informazioni segrete sulla propaganda occulta.

*

Principali obiettivi del settore di intelligenza per la propaganda.

Tale sezione mira soprattutto allo studio di tutti quegli aspetti della propaganda comunemente noti come propaganda occulta. Inoltre, la sezione si interessa anche alla pubblica opinione, ma solo come obiettivo secondario (nel caso, cioè, questa sia connessa alla propaganda occulta).

La propaganda occulta e la pubblica opinione sono il tema di questo manuale.

*

La propaganda occulta

Definizione generica

E’ probabilmente utile aiutare gli agenti a distinguere la propaganda generica da quella occulta (è soprattutto di quest’ultima che si occupa la sezione di intelligenza per la propaganda).

In generale, si definisce propaganda qualsiasi genere di persuasione organizzata che, attraverso misure non militari, tenta di manipolare i comportamenti, le idee e le azioni di una persona.

*

Definizione della propaganda occulta

In generale, si definisce tale la propaganda che può assumere la forma di fonte, di obiettivo o di diffusione.

La fonte è l’origine della propaganda: la persona (o il gruppo) da cui sorge la propaganda (esempi: una fonte coperta può essere l’autrice di un volantino anonimo o assumere la forma di un’organizzazione politica camuffata da associazione culturale; una radio clandestina notoriamente sionista che predica la violenza può essere provocatoriamente gestita da agenti antisionisti).

L’obiettivo è il proposito ultimo del propagandista, ovvero ciò che egli intende raggiungere attraverso l’attività propagandistica (esempi: un sacerdote buddista giapponese può recarsi all’estero per organizzare una serie di movimenti politici scintoisti sotto la copertura dell’attività religiosa; un metodo ancora più subdolo è quello applicato nei libri di Storia della Germania prebellica: venne infatti soppresso l’episodio degli accordi di Monaco per nascondere al popolo tedesco le intenzioni pacifiche della Gran Bretagna).

La diffusione equivale alla divulgazione della propaganda. La propaganda occulta viene spesso diffusa attraverso canali invisibili (esempi: la distribuzione clandestina di volantini nascosti in una nave da carico; la circolazione clandestina di un saggio sovversivo antiamericano tra i piccoli gruppi della destra tedesca).

*

Importanza della propaganda occulta

Generale

La propaganda occulta è uno dei mezzi più efficaci a disposizione di un governo, di un’organizzazione o di un gruppo per l’esercizio di pressioni segrete, che possono assumere forme politiche, economiche o militari, in patria o all’estero. Dal momento che non agisce alla luce del sole, la propaganda occulta viene spesso individuata solo in seguito al raggiungimento dei suoi obiettivi. Tra questi, la fomentazione di disordini, di rivolte o di forme di resistenza, i cambiamenti politici, lo spionaggio commerciale o economico, l’infiacchimento del morale di un esercito o di un popolo.

L’esperienza dimostra che la propaganda occulta costituisce un’arma internazionale sia in tempo di pace che in guerra. La sua diffusione è sviluppata e sostenuta da interessi così potenti da rendere la sua individuazione un’attività specialistica.

Ogni metodo di copertura in grado di utilizzare l’applicazione della più avanzata psicologia è utile alla manipolazione delle opinioni e dei comportamenti delle persone, senza che queste ne abbiano coscienza o possano esprimere la loro volontà.

*

Stati Uniti

La propaganda occulta tocca direttamente il nostro governo perché mira a svelare le segrete intenzioni di quei governi stranieri, movimenti politici e gruppi di pressione in grado di danneggiare gli interessi americani.

Tali propositi possono rivelarsi dannosi agli interessi o alla sicurezza americani. Anche nel caso ciò non avvenga, gli Stati Uniti hanno il diritto di esserne informati. Dal momento che la propaganda occulta spesso precede  gli eventi politici o militari, l’immediata percezione dei suoi primi sintomi permette di assumere le opportune contromisure.

*

Propaganda aperta

Naturalmente, non tutta la propaganda è occulta. Spesso non è affatto invisibile e viene comunemente definita propaganda aperta (esempi: la diffusione di volantini americani in tempo di guerra, a cura  dell’Owi.)

Vengono considerati mezzi di propaganda aperta le emittenti radiofoniche, i quotidiani, i discorsi, le mostre ed ogni forma di persuasione che non nasconde fonti, obiettivi e canali di distribuzione).

In generale, la sezione di intelligenza per la propaganda non si occupa dei suddetti temi.

*

Sistemi di propaganda aperta utilizzati dai propagandisti occulti.

Al giorno d’oggi, la propaganda occulta utilizza sempre più spesso i mezzi di comunicazione di massa (esempi: una voce dannosa per una certa impresa può essere pubblicata da un autorevole quotidiano per provocarne il crollo nelle azioni di borsa; un corrispondente straniero può ottenere da una presunta “fonte sicura” informazioni a proposito di un’organizzazione terroristica inesistente: ciò fornisce il pretesto di attivare una purga politica o una retata della polizia; l’esponente di un governo può provocare una fuga di notizie su possibili cambiamenti in politica estera, con l’obiettivo di influenzare o di depistare le reazioni dell’opinione pubblica o quelle ufficiali; il funzionario di un ente coloniale può agire da corrispondente estero, in modo da fornire informazioni manipolate ad un’agenzia americana di notizie; utilizzando un organismo di copertura, un governo può investire capitali in un’industria cinematografica straniera, con l’obiettivo di influenzarne i  cinegiornali o di produrre pellicole piene di buoni sentimenti).

In considerazione dell’ampio uso dei mezzi di comunicazione di massa, l’agente sul campo deve aggiornarsi su tutto ciò che appare sulla stampa, alla radio e negli altri media. Come abbiamo già detto, un agente non è tenuto a riferire sulla propaganda aperta. Tuttavia, egli deve indagare e riferire sui casi in cui vi sia il sospetto che gli argomenti trattati dalla stampa o dalla radio siano opera di propagandisti occulti.

*

Principali organizzazioni di propaganda occulta

Le organizzazioni che potrebbero veicolare forme di propaganda occulta potenzialmente dannose per gli interessi americani sono le seguenti:

i partiti politici, i gruppi o le organizzazioni che operano illegalmente (esempi: il partito nazista clandestino nel periodo prebellico. Al momento, i suoi malconci superstiti hanno preso nuovamente la via della clandestinità; le forze di Mihailovic in Yugoslavia sono attualmente un’organizzazione illegale, alla stregua dei governi in esilio; lo stesso si può dire delle società segrete giapponesi, che mantengono sempre una forte coesione. Tali gruppi illegali possono prosperare anche tra le minoranze nazionali o tra i popoli colonizzati);

i partiti politici, i gruppi o le organizzazioni che operano in maniera legale ma che hanno obiettivi illegali o segreti di natura antidemocratica o antiamericana (esempi: il partito comunista e le sue diramazioni; il partito non violento induista, i cui dirigenti sono stati coinvolti in atti di violenza contro gli Alleati; ogni organizzazione religiosa che si batte contro l’uomo bianco o che nasconde i suoi obiettivi politici dietro un paravento religioso: è il caso di certi gruppi islamici in Indonesia o nel Vicino Oriente);

i governi che perseguono disegni politici potenzialmente dannosi per gli interessi americani (esempi: la Germania durante il nazismo; la Russia sovietica e le sue campagne intimidatrici nei confronti dei paesi o delle aree  confinanti; l’Argentina, che utilizza la propaganda occulta, sia al suo interno che all’estero, per perseguire obiettivi fascisti sotto una copertura democratica);

le organizzazioni industriali, finanziarie e commerciali in cerca dell’egemonia economica. La propaganda occulta viene spesso veicolata da organizzazioni di facciata che non hanno rapporti diretti con i loro manipolatori. Queste possono celare i loro reali propositi dietro attività commerciali, culturali o religiose. I partiti politici più estremisti ricorrono ampiamente a questo stratagemma.

*

La propaganda occulta dei media

Tutti i mezzi di comunicazione di massa sono utilizzati come veicolo per la propaganda occulta e possono essere divisi in due categorie: quelli parlati e quelli scritti. I falsi incidenti costituiscono una terza categoria e agiscono da pretesto per interventi ufficiali, militari o contro singole persone.

La propaganda occulta parlata comprende le voci false, i contatti personali, le agitazioni e le dimostrazioni, l’uso dell’istruzione, della cultura e della religione, la radio, il teatro e il cinema.

La propaganda occulta scritta comprende i volantini, i manifesti, i libri e i saggi, i quotidiani e le agenzie di stampa, i documenti contraffatti, le lettere e le petizioni.

I falsi incidenti comprendono la provocazione di scontri, le false controversie e la fomentazione di violenze.

*

La propaganda occulta parlata

Voci false

Funzionano bene perchè è difficile scambiarle per forme di propaganda e risalire alla loro fonte. Le voci possono circolare in forma di pettegolezzo, di aspirazione collettiva o di speculazione. Tuttavia, anche la spontanea espressione di un’idea di dominio pubblico può essere sfruttata dal propagandista occulto per attivare con successo la circolazione di una voce.

La conoscenza di alcune caratteristiche delle voci può aiutare alla loro individuazione.

Vi sono tre grandi categorie:

le voci specifiche (esempio: “nei pressi di Monaco, 200 carri armati con equipaggio tedesco e sotto il comando americano sono in stato di allerta permanente. Gli americani stanno reclutando volontari tra le unità dell’esercito tedesco.” L’obiettivo sembra essere quello di provocare la diffidenza russa. Ma la voce può anche avere lo scopo di rafforzare il morale del popolo tedesco);

le voci che diventano variazioni di un tema, e che quindi si basano su un tema unico (esempio: “una forza tedesca di pronto intervento, camuffata da battaglione lavorativo, è stata trasferita per ordine della settima armata americana nella regione del fiume Elba, nei pressi della zona controllata dai russi.”);

la simultanea apparizione di voci simili in zone molto distanti tra loro.

E’ molto difficile individuare la fonte di una voce falsa. Ecco alcuni suggerimenti che possono essere d’aiuto: chi è il beneficiario di una determinata voce? Ciò può aiutare a risalire alla fonte; la medesima voce può essere veicolata da volantini o manifesti; una voce può circolare in una classe sociale o tra un gruppo di persone (l’individuazione dell’area specifica può condurre alla fonte).

*

Contatti personali

La propaganda occulta può essere esercitata attraverso pressioni personali (esempi: un particolare individuo può essere avvicinato tramite accordi  finanziari o politici, o utilizzando forme di corruzione, di intimidazione o di ricatto; la tattica giapponese di corrompere i generali cinesi per usarli come leader dei loro governi fantoccio; l’offerta di un blocco di merci a un pubblico ufficiale da parte di un cartello economico).

La propaganda occulta può essere diffusa anche attraverso i contatti sociali (esempi: una festa d’ambasciata può essere utilizzata per diffondere delle voci; i contatti culturali possono servire a diffondere forme di ideologia camuffate da informazioni o da temi legati all’istruzione).

*

Agitazioni e dimostrazioni

Esempi: in Valle d’Aosta, una regione di confine, gli agitatori che propugnavano l’annessione alla Francia erano soldati francesi travestiti da civili; la “spontanea” dimostrazione inscenata contro un inviato speciale americano nei Balcani serviva a creare l’impressione che la popolazione sostenesse il governo locale.

*

Educazione e religione

Esempi: un professore che fa propaganda a favore di un governo straniero, di un partito illegale o di un gruppo di pressione; un propagandista può anche confondersi tra gruppi di studenti o di missionari.

*

Radio

Il problema consiste nell’individuare la propaganda occulta mascherata da notizia o da commento nei normali programmi radio. Approfittando della routine giornalistica, o di un contatto personale con qualche personaggio chiave dell’emittente, la propaganda può essere infilata nel bel mezzo della normale programmazione.

Vi sono poi le radio clandestine e illegali, che possono rappresentare i loro gruppi o essere utilizzate da qualche governo come copertura per il raggiungimento di un determinato obiettivo.

Il luogo dove opera una radio clandestina fornisce un indizio per svelarne l’identità. Se un’emittente segreta trasmette per un certo periodo di tempo da un’area sotto il controllo di interessi stranieri, di solito ciò significa che costoro la sovvenzionano.

*

Teatro e cinema

In generale, si può dire che l’intrattenimento può fungere da copertura per la propaganda, soprattutto per quella aperta. Il passato e le simpatie di un autore, di un produttore o di un finanziatore possono aiutare ad individuare l’uso occulto di un mezzo di comunicazione. Il teatro e il cinema aiutano inoltre a comprendere le inclinazioni dell’opinione pubblica. I gruppi dilettanti e le piccole associazioni teatrali agiscono spesso da copertura per i propagandisti.  Le pressioni occulte possono obbligare al cambiamento di un testo teatrale o di una scena cinematografica. In modo più o meno ufficiale, si può infine spingere un produttore ad imprimere un taglio propagandistico alle pellicole destinate al mercato estero.

*

La propaganda occulta scritta

Di solito, la propaganda scritta o stampata nasconde le sue origini, ma alcuni fattori possono aiutare a rivelarle.

Destinatari

Il tipo di destinatario e le sue opinioni sui diffusori possono aiutare a svelare la fonte.

Diffusori

L’occupazione o le simpatie di un diffusore possono contribuire a rivelare la fonte. Anche i canali di diffusione possono aiutare.

Aspetto

L’aspetto, il formato, le dimensioni, la qualità della carta e il tipo di stampa del materiale scritto possono facilitare la ricerca della fonte e aiutare a individuarla.

Linguaggio

Lo stile, il gergo, i termini e il dialetto utilizzati possono condurre alla fonte. Svarioni, errori di ortografia e citazioni sbagliate possono indicare l’origine del testo e rivelarne l’ideologia, la nazionalità o la classe sociale.

Movente

L’analisi del materiale (volta a comprendere chi ne trae beneficio) può aiutare a risalire al movente e, di conseguenza, alla fonte.

Presentiamo di seguito le forme solitamente utilizzate per i materiali scritti, stampati e illustrati.

Volantini

Sono il principale veicolo della propaganda occulta: produrli costa poco. Dove possibile, i rapporti sui volantini dovrebbero contenere, oltre alla  descrizione e alla fonte d’origine dei foglietti, informazioni sul loro formato, sui luoghi di circolazione, sul periodo della loro apparizione, sul tipo di destinatario e le sue reazioni.

Manifesti

Variano dai poster di grande formato ai più piccoli adesivi. I rapporti dovrebbero descriverne la grafica, il linguaggio, le illustrazioni, i dettagli sul luogo e il periodo in cui vengono affissi e le reazioni dei passanti.

Libri e saggi

Possono essere anonimi o circolare segretamente in aree circoscritte. La propaganda occulta può celarsi nel testo o in altre pubblicazioni. In India, ad esempio, un best seller di argomento sessuale conteneva di fatto propaganda antiamericana. Vi si leggeva una lettera zeppa di argomenti politici scritta da una ragazza anglo – indiana rimasta incinta: la giovane gettava su un militare americano la colpa della propria volontà suicida.

La fonte può essere localizzata anche attraverso le tipografie. Diplomatici stranieri possono finanziare segretamente una casa editrice. Le connessioni possono emergere in maniera chiara raffrontando il materiale trattato.

Quotidiani e agenzie di stampa

Vi sono molti generi di quotidiani: i giornali municipali a grossa circolazione che si sostengono con le vendite o la pubblicità;  gli organi ufficiali di un partito al governo o di una confessione religiosa; i giornali illegali o clandestini.

Mentre la stampa clandestina è evidentemente alimentata dalla propaganda occulta, non è da escludere che anche la stampa ufficiale possa contenere un simile materiale. Un quotidiano ritenuto indipendente può ricevere finanziamenti o favori da governi o da gruppi di pressione. I membri della redazione possono essere corrotti o ricevere pressioni.

Le agenzie di stampa possono essere grandi, come la Reuters o la Tass, o subire il controllo di interessi privati o rivestire un ruolo semiufficiale. Un’agenzia può anche dipendere totalmente da un governo.

Occorre poi prestare attenzione alle piccole agenzie indipendenti, alle agenzie sussidiate e a quelle clandestine. Anche se indipendenti, possono veicolare propaganda occulta obbligate dalla competizione con le grandi agenzie e dalla necessità di “diffondere le notizie in modo nuovo”. Le informazioni sui canali di finanziamento di queste piccole agenzie possono aiutare a svelarne la fonte.

Tutti i quotidiani e le agenzie di stampa subiscono infiltrazioni. Un direttore non è in grado di controllare tutti gli articoli. Fonti “attendibili” e “ufficiali” nascondono spesso trabocchetti e storie artefatte.

Le conferenze stampa sono spesso utilizzate per diffondere propaganda occulta. Molte informazioni apparentemente insignificanti provengono in realtà dai servizi di intelligenza e sono veicolate sotto forma di commenti estemporanei o di osservazioni ufficiose.

L’individuazione di specifiche linee di propaganda occulta nei quotidiani dipende in gran parte dai contatti giornalistici dell’agente, che deve comprendere le modalità utilizzate da un quotidiano o da un’agenzia per configurare o selezionare le notizie. Inoltre, l’agente deve saper individuare i pregiudizi, i punti di vista e le ambizioni dei capiredattori e dei giornalisti.

Occorre poi raccogliere informazioni sui finanziatori (o sui corruttori) dei quotidiani. Di chi è debitore il giornale? Chi beneficia dei suoi favori? Vi possono essere disavanzi di cassa o debiti derivati dall’acquisto di carta e di inchiostro. Tali elementi spesso aiutano a rivelare la fonte della propaganda occulta pubblicata.

Documenti contraffatti

Si va da un cablogramma fraudolento a un documento falso (esempi: i falsi Protocolli di Sion vennero utilizzati per anni per la promozione di campagne antisemite; nel 1870, un telegramma diplomatico fu alterato ad arte da Bismarck per avere il pretesto di scatenare la guerra franco – prussiana).

Lettere e petizioni

Catene di Sant’Antonio e campagne postali organizzate sono spesso veicoli di diffusione di propaganda occulta. Si può risalire ad una fonte per capire quali interessi vengono favoriti e per studiare il contenuto, il comportamento e le simpatie dei destinatari.

Le petizioni vengono spesso ispirate da fazioni interessate a mantenere occulti i loro obiettivi e le loro fonti. Inoltre, possono tentare di influenzare governi o gruppi non direttamente menzionati  nelle petizioni.

Censura

La censura è una forma negativa di propaganda occulta e consiste nella manipolazione dell’informazione tramite la soppressione o la  pubblicazione forzata di un testo. Il censore può sopprimere interi articoli o tagliarne dei brani per ottenere l’effetto desiderato. Può anche esercitare pressioni per la revisione dei materiali e ordinarne la pubblicazione contro la volontà dell’editore.

A causa della natura occulta di questo genere di operazioni, la censura obbliga l’agente a un particolare lavoro investigativo e informativo. Deve infatti individuare gli articoli o altri materiali soggetti a censura e il testo del materiale purgato; è poi tenuto a comprendere quali revisioni sono state richieste dal censore e di quali materiali è stata imposta la pubblicazione.

Inoltre, è importante individuare gli enti o le autorità che inviano istruzioni al censore, e la natura e il tono di tali indicazioni.

La censura non è solo governativa. Può essere il risultato delle pressioni occulte esercitate da gruppi di interesse politico, finanziario, militare e religioso. Occorre quindi riferire le forme assunte da tali pressioni e individuarne gli autori e la vastità.

*

Falsi incidenti

Sono la risorsa prediletta dai propagandisti occulti che intendono creare un mutamento nella pubblica opinione, un pretesto per un intervento diplomatico, un antecedente per una controversia internazionale, o persino una giustificazione per lo scatenamento di una guerra.

I falsi incidenti vengono spesso preceduti da un periodo di preparazione. E’ quindi fondamentale saper individuare la propaganda occulta ai suoi esordi, prima cioè di trovarsi dinanzi al fatto compiuto. In sintesi, occorre prestare attenzione ai seguenti fattori: genesi dell’incidente e azione preliminare sul campo, obiettivo dell’incidente e ruolo dei partecipanti, reazioni popolari e conseguenti contromisure governative, possibilità di ricorso a nuovi incidenti (esempi: nel 1931, l’attentato alla ferrovia nei pressi di Mukden fu ideato dai giapponesi  per avere il pretesto di conquistare la Manciuria; nel 1934, un falso incidente di frontiera fornì a Mussolini la scusa per invadere l’Abissinia; negli anni Trenta, l’incendio del Reichstag venne organizzato dalla propaganda occulta del partito nazista per sopprimere il parlamento tedesco).

*

Effetti della propaganda occulta

Gli effetti della propaganda occulta in una determinata area operativa vanno monitorati e riferiti. Così come è necessario saper individuare le fonti, è di vitale importanza conoscere le modalità attuate dalla propaganda per influenzare o modellare i comportamenti e le azioni di un determinato gruppo. L’analisi del successo o dell’insuccesso della propaganda può aiutare Washington a focalizzare il tipo di azione da mettere in atto.

Nella valutazione, vanno presi in esame i seguenti elementi: quante persone o quali gruppi sono stati toccati dalla propaganda occulta? Quali le aree o le località interessate? Quali le reazioni psicologiche? Quali i comportamenti della propaganda? Che diffusione hanno avuto tali atteggiamenti e che cosa li ha portati a propagarsi? Quali gli effetti della propaganda nella creazione di nuove formazioni politiche, nei cambiamenti di linea nei vecchi partiti o nella fomentazione di agitazioni e sommosse?

*

Le principali linee della propaganda

L’agente deve essere in grado di comprendere il significato relativo di ogni singolo aspetto della propaganda occulta, puntare la sua attenzione sulle principali forze di divulgazione che operano attualmente nel mondo e saper individuare le connessioni in atto tra queste e le forme di propaganda occulta. Di conseguenza, l’agente dovrà occuparsi dell’azione dinamica del comunismo, dell’Urss, del fascismo, del nazionalismo, dell’imperialismo (britannico, francese, olandese e via dicendo) e della propaganda anticoloniale.

Come abbiamo già detto, la propaganda occulta non è sempre riconducibile ai governi: può assumere la forma di cartelli economici, di organizzazioni religiose e di partiti politici impegnati nella lotta internazionale per il potere e la manipolazione.

L’agente sul campo dovrà investigare la propaganda occulta in modo fortemente oggettivo, senza preconcetti di nessun tipo. Occorre monitorare sia i governi nemici che quelli amici e alleati, ma anche  le organizzazioni non politiche e quelle apparentemente innocue (come, ad esempio, la chiesa).

L’ideologia fascista di Germania e Giappone non è stata sconfitta. Il testamento politico di Hitler caldeggiava la continuazione della lotta nazista fino alla “gloriosa rinascita del movimento nazional – socialista”. In modo ambiguo, i giapponesi si ispirano ancora ai principi scintoisti del loro “ordinamento nazionale”.

Le forme di propaganda sovietica e comunista sono attive in tutto il mondo e operano, in maniera più o meno intensa, nelle più importanti regioni strategiche del globo.

I britannici cercano di compensare le perdite sofferte durante la guerra e di controllare le ricchezze da loro accumulate in tutto il pianeta. Promuovono, quindi, forme di propaganda contro le maggiori potenze mondiali.

Lo studio della propaganda francese può aiutare a svelare il futuro ruolo di questa nazione in Europa e le sue aspirazioni coloniali.

La sconfitta del Giappone ha trasformato la Cina nella potenza asiatica più influente. La conoscenza delle sue linee propagandistiche diventa quindi di vitale importanza.

Occorre monitorare la propaganda basata sullo slogan “L’Asia agli asiatici”, utilizzato per più di una generazione come grido di battaglia contro l’uomo bianco. Tale appello razziale prospera tra tutte le popolazioni non bianche e viene facilmente sfruttato dai propagandisti occulti.

Grazie alle sue connessioni politiche e diplomatiche, il Vaticano è in grado di esercitare fortissime pressioni. Le linee occulte di tali manovre vanno sempre tenute in considerazione.

I grandi cartelli industriali fanno sempre ricorso alla propaganda e alle pressioni occulte. I loro effetti sulle strategie di difesa nazionale vanno quindi monitorati  e riferiti.

In modo diretto o indiretto, le suddette forme di propaganda occulta mirano sempre a danneggiare la strategia e la sicurezza degli Stati Uniti d’America. Vanno quindi controllate e comunicate.

*

Principi basici nel monitoraggio della propaganda occulta

Nel monitorare la propaganda occulta, occorre osservare alcune regole fondamentali.

Tipo di propaganda da illustrare

L’agente sul campo deve chiedersi: “Nell’interesse dell’America, di che genere di propaganda devo occuparmi? Devo riferire soltanto sulla propaganda occulta antiamericana o allargare lo scenario? Come posso regolarmi?”.

L’agente non deve limitare le sue indagini alla propaganda antiamericana.  Sarebbe restrittivo. Di fatto, la propaganda occulta individuata dall’agente può anche non riguardare nell’immediato gli Stati Uniti. Prendiamo ad esempio il caso di una potenza straniera che mira ad organizzare una campagna di propaganda occulta contro una nazione vicina. Agenti russi hanno infatti sostenuto con forme di propaganda segreta il movimento autonomista dell’Iran settentrionale, che ora danneggia gli interessi britannici e americani nel Vicino Oriente. Di conseguenza, come principio basilare nel monitoraggio della propaganda occulta, l’agente deve saper analizzare e studiare qualsiasi forma di propaganda occulta in grado di danneggiare gli interessi e la sicurezza degli Stati Uniti, in maniera diretta o indiretta.

Occultamento: il test su cosa riferire

La valutazione della propaganda occulta, sia essa vera o falsa, positiva o negativa, non determina una decisione automatica dell’agente sulle mosse da compiere. Occorre anzitutto capire se la propaganda contiene aspetti occulti. In tal caso, è opportuno aprire un’indagine (esempi: non sappiamo se la creazione del governo di Lublino, in Polonia, sia stata un elemento negativo o positivo per l’Europa. Ma l’individuazione in territorio russo della radio clandestina che per prima ha sostenuto quel governo, sarebbe stata sicuramente utile ai servizi di intelligenza che si occupavano del caso).

Propaganda occulta di un gruppo

In generale, la propaganda occulta risulta utile solo se tocca l’azione effettiva o potenziale di un gruppo. Un propagandista solitario assume importanza solo se rappresenta un gruppo, o se ne diventa il leader (esempi: Gandhi ha rinunciato a tutte le cariche che ricopriva all’interno del Partito del Congresso, in India, ma la propaganda occulta che deriva dalle sue idee risulta ancora rilevante. Senza dubbio, le sue opinioni determinano le politiche di quella terribile organizzazione politica dominata dagli indù).

L’importanza dell’individuazione di una fonte

Occorre saper individuare la fonte della propaganda occulta che nasce da un gruppo. I rapporti dell’agente devono includere informazioni dettagliate sull’organizzazione che si cela dietro alla propaganda, sulle personalità coinvolte e sui finanziamenti ricevuti. Dove possibile, è poi necessario ottenere prove concrete (istruzioni, documenti, conti bancari, pubblicazioni, ecc.) che permettano di risalire all’identità dei propagandisti e alla loro provenienza.

*

L’opinione pubblica

Obiettivi

Come abbiamo già spiegato nell’introduzione a questo manuale, l’opinione pubblica è un obiettivo secondario per il settore di intelligenza che tratta la propaganda.  L’opinione pubblica va studiata e investigata solo se presenta connessioni con la propaganda occulta.

Nell’ottenere informazioni in materia, l’agente deve affidarsi soprattutto alle persone che frequenta abitualmente durante il suo lavoro. Non è quindi necessario che egli coltivi nuovi contatti solo per monitorare l’opinione pubblica.

Con le suddette limitazioni, il lavoro di intelligenza sul tema può quindi aiutare all’individuazione della propaganda occulta. L’agente deve  mantenere contatti frequenti a vari livelli sociali per poter redigere rapporti incrociati sull’opinione pubblica del’area in cui opera. Inoltre, le sue frequentazioni possono produrre dati più attendibili di quelli espressi dai sondaggi di opinione. Di conseguenza, l’agente è tenuto a riferire tutte le informazioni utili che è capace di raccogliere attraverso i suoi normali contatti.

Sondaggi di opinione

I sondaggi condotti su base scientifica e su larga scala dipendono da altre agenzie statunitensi: non sono quindi compito della sezione di intelligenza per la propaganda. Tuttavia, rapporti occasionali sulla pubblica opinione possono aiutare a completare le informazioni raccolte da altre agenzie, per essere poi sviluppati in connessione con le regolari attività dell’agente. Ciò avviene soprattutto quando i gruppi o le singole persone frequentate non sono accessibili ad altre agenzie americane.

I sondaggi di opinione come fonte della propaganda occulta

I sondaggi aiutano l’agente ad individuare la propaganda occulta. Possono essere facilmente manipolati per fini politici e, qualche volta, utilizzati come veicolo di propaganda.

I sondaggi sono manipolabili in diversi modi: le domande possono essere formulate in maniera da produrre la risposta desiderata; i risultati possono essere falsificati e le domande formulate in modo da intimidire l’opinione pubblica sugli avvenimenti correnti (esempio: in Giappone, un sondaggio ministeriale è stato vietato dalle autorità americane perché considerato  veicolo di intimidazione politica).

Quando vengono utilizzati come veicolo di propaganda occulta, i sondaggi rientrano naturalmente nell’ambito del lavoro di intelligenza.

Aspetti fondamentali dei rapporti sulla pubblica opinione

L’opinione pubblica non va confusa con la stampa quotidiana e la radio, che possono, al massimo, rifletterne o influenzarne le idee. Di conseguenza, i sommari delle notizie giornalistiche e radiofoniche non sono generalmente presi in considerazione dal settore di intelligenza per la propaganda.

Le opinioni possono fondarsi su fatti concreti. La questione è di fondamentale importanza e, per quanto possibile, va studiata (esempi: in alcune zone interne della Cina, l’opinione pubblica può sostenere che i contadini vivono meglio nella regione dello Yenan che non in quella dello Chong Qing.  L’agente sul campo potrebbe scoprire che tale informazione è incoraggiata dalla propaganda comunista ma che, al contempo, nasce dai reali ritardi del governo di Ciang Kai Shek nel risolvere i problemi della classe contadina).

L’opinione pubblica può essere influenzata dalla propaganda. In tal caso diventa degna di nota (esempio: nel 1944, si riteneva che i belgi guardassero con favore all’arrivo degli americani, ma poi hanno improvvisamente cambiato opinione. Si è poi scoperto che ciò era dovuto alle voci diffuse dagli agenti tedeschi, tendenti a far credere che gli Alleati avrebbero distribuito grandi quantità di alimenti. Quando le aspettative non hanno trovato riscontro nella realtà, si è quindi verificata la reazione negativa della popolazione).

Dettagli specifici nei rapporti sulla pubblica opinione

I rapporti sulla pubblica opinione devono includere:

i dettagli sulle persone investigate (loro passato, posizione sociale, simpatie politiche e religiose, pregiudizi personali e affidabilità);

il grado di affidabilità di una persona nel riflettere le opinioni o i comportamenti dei gruppi sociali ai quali appartiene (esempi: una persona può riferire appena la sua opinione, diventando una casuale fonte di intelligenza sulla pubblica opinione; grazie alla sua posizione chiave all’interno di un’organizzazione o di una classe sociale, un individuo può tracciare un quadro esauriente a proposito di un gruppo. Le opinioni personali degli informatori vanno comunque verificate e comunicate);

una relazione il più possibile dettagliata sulle opinioni correnti, per poter fornire un ritratto equilibrato delle idee dell’informatore;

un’illustrazione dell’area geografica in cui le opinioni prendono corpo, e in quali gruppi sociali o categorie professionali attecchiscono;

il periodo in cui si formano tali opinioni, la loro durata ed evoluzione e i motivi del loro mutamento.

*

Advertisements

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in DOCUMENTI STORICI e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Manuale di propaganda occulta

  1. Pingback: Manuale di propaganda occulta « Blog di Giuseppe Casarrubea

  2. Pingback: Manuale di propaganda occulta « Blog di Giuseppe Casarrubea

  3. Pingback: Manuale di propaganda occulta « Blog di Giuseppe Casarrubea « Ho visto cose che voi umani…

  4. beatrice monroy ha detto:

    ciao Giuseppe
    ho letto solo ora, con notevole ritardo, il tuo Storia segreta della Sicilia, è un libro importantissimo.
    grazie
    un libro da consultare e diffondere
    ciao Beatrice Monroy

  5. obender71 ha detto:

    “Popoli colonizzati”. Che disgustosa mancanza di ipocrisia!

  6. Rosalba ha detto:

    Interessantissimo!! A questo proposito ho letto un volume altrettanto interessante che spiega i procedimenti e le dinamiche della propaganda. Si tratta di un lavoro di Massimo Chiais, pubblicato da Lupetti, che si intitola “Menzogna e propaganda. Armi di (dis)informazione di massa”. Mi sembra il caso di segnalarlo perché è veramente notevole

  7. Ambrogio ha detto:

    In riferimento al messaggio precedente, ho letto anch’io “Menzogna e Propaganda” di Massimo Chiais, e nelle ultime settimane ho letto anche il suo ultimo lavoro:”La propaganda nella Storia. Strategie di potere dall’antichità ai nostri giorni”, pubblicato ancora da Lupetti nello scorso mese di settembre. Confermo quanto scritto nel messaggio precedente: vale la pena di approfondire lo studio di questo autore per i suoi moltissimi riferimenti di carattere storico legati alla propaganda ed alla disinformazione, ma anche per l’approfondimento su tecniche, strategie e modalità operative che Chiais riporta con dovizia di particolari degna di nota.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...