Grazie, Del Boca!

Angelo del Boca

Caro Casarrubea, approvo in pieno la sua decisione di querelare Sciortino. All’inizio della mia attività di giornalista, per la “Gazzetta del Popolo”, negli anni cinquanta, mi occupai di Giuliano e dei suoi accoliti e posso testimoniare che si trattava di una banda di assassini. Le sono molto vicino, l’abbraccio, Angelo Del Boca. 25/08/2010 at 11:30

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Grazie, Del Boca!

  1. casarrubea ha detto:

    Carissimo professore,
    Le sono grato per il Suo contributo a questa vicenda di cui molte persone in Italia si dovrebbero vergognare. A cominciare da coloro che la causarono: i mandanti, per lo Stato ancora inesistenti, delle stragi di Portella della Ginestra e degli assalti armati contro le Camere del Lavoro della provincia di Palermo (1° maggio e 22 giugno 1947). Il sonno della ragione produce fenomeni come quello che può consentirsi il sign. Sciortino in disprezzo di ogni regola di buon senso e del rispetto dei fatti. Tutto si può tollerare nella vita, ma non l’inversione delle parti: i carnefici che diventano vittime, i terroristi che diventano uomini del potere, e gli eroi che, con un colpo di spugna, vengono cancellati, come se non fossero mai esistiti. Sono troppi i nomi sommersi dalla polvere, via via accumulati lungo la scia di sangue su cui si è costruita la nostra democrazia. Sono sindacalisti di paesi sperduti della Sicilia, ammazzati dalla mafia con la complicità omertosa di molti uomini dello Stato. Da mio padre, mitragliato e aggredito con bombe a mano dentro la sezione politico-sindacale del Pci/Camera del Lavoro in cui si trovava quella sera del 22 giugno 1947 a Partinico, a Placido Rizzotto, sindacalista di Corleone; da Accursio Miraglia a Paolo Bongiorno, entrambe persone impegnate, in tempi diversi, per lo sviluppo della Sicilia. Sono centinaia di morti di cui le nuove generazioni non sanno nulla.
    Ora le Sue parole mi sono di aiuto nel percorso che sto seguendo di non smettere di cercare la verità di cui i giovani hanno bisogno. Altrimenti non so quali prospettive si possano costruire per il futuro. E’ un frammento minuto di verità, ma è quanto basta per decifrare l’insieme.
    Perciò vengo a pregarLa, nel caso, Lei abbia degli appunti, o dei ricordi degli anni in cui ebbe ad occuparsi della banda Giuliano, di darmene un cenno. Sarei oltremodo lieto di poterLa ospitare nel mio blog di testimonianza attiva destinato a costruire un archivio permanente e accessibile della memoria di ciò che ci è stato nascosto e negato.
    Cordialmente
    Giuseppe Casarrubea

  2. Giuseppe Cipolla ha detto:

    I dettagli fanno da collante alle grandi verità.. Di cui tutti abbiamo bisogno.Grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...