Gheddafi nel mirino inglese

 

Muammar Gheddafi e le sue Amazzoni

Il primo settembre 1969 un gruppo di giovani ufficiali libici spodesta re Idris I e prende il potere. Gli antichi equilibri che per decenni hanno legato le potenze occidentali  alla monarchia di questo Paese, sembrano improvvisamente rompersi. Il Foreign Office, le ambasciate britanniche in Medio Oriente e nell’area magrebina e i servizi segreti di Sua Maestà iniziano a redigere decine e decine di rapporti, lettere, note di intelligence e analisi politico-economiche. Gli inglesi sono colti di sorpresa da questi semisconosciuti ufficiali che si ispirano direttamente alla rivoluzione egiziana di Nasser (1952).

Ben presto l’attenzione di Londra si concentra su uno di questi militari che sembra emergere come leader. Il suo nome è Muammar Gheddafi. Ha 27 anni.
Saranno salvaguardati gli interessi britannici? Rispetterà il nuovo rais di Tripoli i contratti petroliferi siglati tra Libia e Gran Bretagna negli anni ’50?
La Libia finanzia il terrorismo internazionale?
E soprattutto: Gheddafi è in perfette condizioni psicofisiche?

I rapporti inglesi ci raccontano anche alcuni aspetti della nostra diplomazia.

Angelo Salizzoni, sottosegretario della Farnesina, si incontra con il Foreign Office il 5 maggio 1971 e rivela che il ministro degli Esteri, Aldo Moro, ha aperto un canale di comunicazione riservato con il colonnello Gheddafi per valutare la “possibilità di riprendere i rapporti tra Italia e Libia”. Le carte ci dicono inoltre che in quelle settimane Moro, durante uno scalo tecnico del suo aereo a Djerba, sostiene una breve conversazione con Gheddafi utilizzando una radio ricetrasmittente da campo.
Dall’estate del ‘70 infatti i rapporti tra Italia e Libia sono ai minimi termini. Gheddafi ha ordinato la confisca dei beni degli italiani residenti nel Paese e poi, a ottobre, la loro espulsione.

Per consultare i documenti originali in inglese, clicca qui sotto:

Gheddafi nei documenti britannici 1

Gheddafi nei documenti britannici 2

Gheddafi nei documenti britannici 3

Gheddafi nei documenti britannici 4

Gheddafi nei documenti britannici 5

Advertisements

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Gheddafi nel mirino inglese

  1. Pingback: Kataweb.it - Blog - rosso-malpelo » Blog Archive » Ufficiale e gentiluomo? L’alba di Muhammar Gheddafi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...