Il ghiro di Himmler

SCOVATO IN GERMANIA DOPO SETTANT’ANNI E SEGNALATO  ALLE AUTORITA’ USA IL BRACCIO DESTRO DI HIMMLER

Un esempio di civiltà e di coraggio che l’onorevole Salvino Caputo del Pdl farebbe bene a imparare a memoria prima di esprimere giudizi sulla inutilità della riesumazione della salma dell’ex bandito-terrorista Salvatore Giuliano per disposizione della Procura della Repubblica di Palermo. All’onorevole dalla memoria corta ricordiamo che Giuliano fu autore di 411 omicidi  e diverse stragi tra le quali alcune  a danno di civili  e giovani carabinieri (1949) che facevano solo il loro dovere.

*

Lo storico americano ebreo Mark Gould, 43 anni, si è trasformato in neonazi per smascherare l’aguzzino che nel 1941 aveva fatto uccidere 28 dei suoi parenti. Su Bernhard Frank, 97 anni, ex Obersturmbannfuehrer di Hitler, ora le autorità Usa e la polizia di Wiesbaden hanno aperto un fascicolo.

Mark Gould (43 anni) con l'ex SS Bernhard Frank (97)

BERLINO – Per vendicare la sua famiglia sterminata dai nazisti, per quattro anni si è trasformato in uno di loro. Ha mangiato con loro, ne è diventato amico, si è vestito come loro e ha urlato i loro slogan. Lo storico americano ebreo Mark Gould, 43 anni, si è finto neonazi per smascherare l’aguzzino delle SS che aveva ucciso 28 membri della sua famiglia. Zii, cugini, nonni, il suo passato e parte del suo futuro. Ma la storia della vendetta Gould l’ha poi raccontata al quotidiano di Amburgo, la Bild.

Dopo averne seguito le tracce, dagli Stati Uniti Gould aveva deciso di trasferirsi in Germania nel 2006. Voleva denunciare la responsabilità nella Shoah di Bernhard Frank, 97 anni, ex Obersturmbannführer di Hitler, che negli anni aveva continuato a praticare indisturbato come ‘dottore’ e che dalla fine della guerra, viveva tranquillamente in Assia. Gould ne aveva ricostruito il passato, seguito la vita quotidiana, la professione. Frank non era stato un nazista qualsiasi, ma l’ultimo comandante dell’Obersalzberg, il nido dell’aquila sulle Alpi bavaresi, residenza di vacanza di Hitler.

Era stato soprattutto il braccio destro di Heinrich Himmler, capo delle SS che mise in atto la soluzione finale decisa dal Führer. La vendetta di Gould ha cominciato a prendere forma quattro anni fa. Una volta arrivato in Germania aveva iniziato a partecipare a numerose manifestazioni di veterani delle SS in Germania dove era riuscito ad avvicinare Frank. Lentamente l’aveva portato a confidarsi e a intrattenere Era stata la sua firma in una di queste lettere a confermargli che fosse proprio l’uomo che cercava: “Era la stessa apposta sotto l’ordine del 28 luglio 1941 di sterminare gli ebrei”, ha raccontato Gould alla Bild. “Se la popolazione è inferiore dal punto di vista umano o della razza, bisogna fucilarli tutti”, era il testo del messaggio con il quale Frank ordinò di sterminare la popolazione civile della Bielorussia.

In questi quattro anni, lentamente, Gould è riuscito a parlare con Frank anche di quell’ordine. L’ex Obersturmbannfuehrer gli aveva risposto così: “Non c’è niente da criticare, poiché gli ebrei hanno oppresso i tedeschi e con questo si sono scavati la loro fossa”. Poco dopo che lo storico americano ha citato a Frank tutti i nomi dei suoi familiari, sterminati su suo ordine. Un appello agghiacciante di morte. “Sei un mio amico o un mio nemico?”, gli ha risposto l’ex SS. Non ha mai avuto altra risposta, se non l’elenco di quei 28 nomi.

La Bild ha appreso da ambienti giudiziari che le autorità americane e la polizia regionale di Wiesbaden hanno aperto un fascicolo su Bernhard Frank, in vista di una possibile incriminazione.

(22 febbraio 2011) LA REPUBBLICA


Advertisements

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI, Attualità e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il ghiro di Himmler

  1. Luigi ha detto:

    La notizia è stata colpita e affondata parecchi giorni fa. Ephraim Zuroff del Centro Wiesenthal di Vienna ha dichiarato al Guardian l’8 dicembre 2010 che Bernhard Frank non compare nemmeno nell’elenco dei nazisti ricercati dal Centro, e che il suo ruolo nella Shoah fu totalmente marginale, essendo addirittura un ufficiale di rango inferiore mai citato nemmeno una volta negli studi enciclopedici sulla sua unità di appartenenza. Zuroff ha aggiunto che secondo lui Gould ha pianificato tutto per motivi pubblicitari, in vista della pubblicazione di un suo libro su tutta la faccenda. Non a caso, ha raccontato la sua storia in una conferenza stampa il 7 dicembre 2010, presentando il documentario che aveva appena finito di montare, dal titolo “Last Interview”. Un paio di storici americani hanno dimostrato che Gould non ha nemmeno compreso correttamente quale tipo di ordine avesse firmato Frank, chiamandolo “Kommando Stadt” (Comando cittadino), quando invece sarebbe stato un ordine del “Kommandostab Reichsfuehrer SS” (ufficio di comando del Reichsfuehrer delle SS) di Himmler. Un po’ più di attenzione non guasterebbe. Luigi

    • casarrubea ha detto:

      Dunque, se ho capito bene, Frank ha firmato un ordine proveniente da un ufficio di Himmler. Il che non mi pare che smentisca l’informazione data dallo stesso Gould finora non smentito da Frank. Il che potrebbe autorizzare a ritenere che il Centro Wiesenthal non si è occupato della situazione personale di Gould, e conosce il nazifascista solo per fatti marginali che non riguardano lo sterminio degli Ebrei. Comunque tutto andrebbe verificato attentamente. La ringrazio per il suo contributo.

    • casarrubea ha detto:

      Brutto giocare a fare la battaglia navale, tra adulti. No?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...