Avanti tutta (e senza bussole) !

Berlusconi e Bersani

Questo potere, non ci vuole molto a notarlo, muore per autoconsunzione. Giorno dopo giorno, facendosi cavalcare dalla crisi. Come nel “Trionfo della morte” che ammiriamo al Palazzo Abatellis, a Palermo.  La morte cavalca sui beni di questo mondo e, incurante di tutto, domina su re e ricchi, laici e cardinali, nobili e prepotenti.  Non l’avremmo pensato sei mesi fa, ma oggi l’immagine di un potere che crolla ce l’abbiamo tutti davanti, aiutati dalle catastrofi ambientali, dalla devastazione del territorio, dai decenni di incuria e di assenza dello Stato. Di uno Stato diventato altro, qualcosa di diverso dal bene comune, la negazione di molti valori un tempo condivisi.


Assistiamo a un cambio di scena, non perché qualcuno abbia scritto un copione, ma perché lo stesso attore si è messo a recitare da solo il tragico epilogo del suo essere “nudo”, impotente, perduto. Prepariamoci, perciò, a vedere rappresentare l’ultimo atto drammaturgico di una scena che ci mostra degli uomini in maschera, che ci lasciano intravedere il loro vero volto, traditori di Cesare e la morte dello stesso imperatore. Loro, però, i traditori, con le maschere ancora alzate come nei balli carnevaleschi di un tempo.
Oggi le parti si invertono, e mentre l’autoconsuzione colpisce il potere, chi ha fatto il bello e il cattivo tempo in Italia, portando il Bel Paese alla rovina,  lo stesso potere dimostra la sua vacuità, il codice della sua dissoluzione. Il potere, a quanto pare, logora anche chi ce l’ha.
I botteghini delle scommesse sono aperti e si sente il gran vociare. C’è chi conta le ore e scommette che non passeranno ventiquattro ore. E molti tornano a fare i loro giochi. Altri giri, altre corse. Perché tutti i piccoli imperatori che hanno scelto i loro sudditi per insediarli al parlamento, hanno adesso la chance di tentare fino alla scadenza naturale della legislatura di mantenere salde le loro poltrone. Non si parla più di riforma elettorale, ma di un governo di salvezza nazionale.  Insomma, il discorso che sembra farsi strada è questo: diamo al Paese un governo che salvi l’Italia dalla crisi, che ne avvii lo sviluppo e intanto per un altro anno e quattro mesi  prepariamo le riforme che ci servono. In gioco ci sono ancora poltrone parlamentari ed è curioso constatare come agli avventurieri che trasmigrano da una sponda all’altra, tutti corsari di mari in tempesta, guardino con grande interesse gli oppositori del vecchio potere. Soprattutto il Pd e l’Udc. Forti delle esperienze catastrofiche delle recenti alluvioni non vorremmo, però, che l’eccessiva tempestosità delle acque trascinasse con sé uomini e cose, mentre tutti ce ne stiamo, contro ogni buon senso, sul ponte a guardare il fiume in piena, che esonda,  allaga piazze, strade, negozi, scuole, ospedali, lasciando dietro di sé solo fango e immondizia. In simili casi chi assicura una guida sicura? Un partito? Una coalizione di partiti? Una cosa è certa. L’Italia ha solo bisogno di una legge urgente di riforma elettorale, che ridia veramente la parola ai cittadini, perché nella nostra democrazia costituzionale solo il popolo è il punto di riferimento. Il popolo di cui tutti abbiamo forse smarrito il senso e la nozione.
Giuseppe Casarrubea

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Avanti tutta (e senza bussole) !

  1. Pingback: Avanti tutta (e senza bussole) ! | Informare per Resistere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...