Esquivel e Solanas su Bergoglio

Fernando-Pino-Solanas

Fernando-Pino-Solanas

Per saperne di più sulla polemica sollevata da qualche giornalista, dopo l’elezione a papa del cardinale Jorge Mario Bergoglio, abbiamo rintracciato due giudizi di due autorevoli personalità che non possono certo essere tacciate di essere di parte. Il primo è il Premio Nobel per la Pace Adolfo Pérez Esquivel; il secondo il deputato nazionale argentino del “Proyecto Sur”, Fernando Solanas, regista cinematografico, che esordì (1968) con “La hora de los hornos” (L’ora dei forni), un documentario  su Che Guevara. Il Nobel ha detto che Jorge Bergoglio non fu un complice del rapimento di due sacerdoti, al tempo della dittatura di Videla in Argentina (1973-1983). Lo furono altri religiosi, ma non Bergoglio, ha precisato, facendo riferimento sia a documenti sia anche alle stesse testimonianze dei due sacerdoti. (“No creo, como algunos dicen, que haya sido cómplice de la dictadura. Hubo religiosos que sí, pero Bergoglio no”).  Anzi, nella qualità di Superiore della Compagnia di Gesù Bergoglio si adoperò per liberare i due suoi sacerdoti, sostiene la rivista “Pagina 12” (15 marzo 2013).  Esquivel aggiunge: “so personalmente che molti vescovi hanno invitato la giunta militare al rilascio dei prigionieri e dei sacerdoti, ma non sono stati ascoltati […] Altri religiosi hanno fatto un lavoro silenzioso per vedere se potevano ottenere certe cose durante quell’epoca triste, ma accusare di complicità Bergoglio, è sbagliato.”

Altra voce autorevole è quella del deputato Fernando “Pino” Solanas, il quale ha dichiarato che “l’elezione del papa cade su una figura notevole della Chiesa come  Bergoglio noto per il suo enorme equilibrio e saggezza.” Il deputato nazionale per il Progetto Sud, ha detto che in seguito alle dimissioni di Benedetto XVI la Chiesa ha iniziato a guardare verso l’America Latina e che la nomina del nuovo Papa aiuterà tutta la regione ad approfondire i legami tra i popoli e a promuovere la loro integrazione. Solanas ha concluso dicendo: “Bergolio è stato un grande promotore del dialogo interreligioso e speriamo che l’attività pastorale che lo attende possa mettere la Chiesa in prima linea nelle rivendicazioni sociali per una maggiore giustizia sociale, per l’uguaglianza e la pace.” E’ bene ricordare che durante la dittatura di Videla, Solanas si trasferì in esilio a Parigi, facendo ritorno in Argentina soltanto nel 1983.

Giuseppe Casarrubea

Advertisements

Informazioni su Giuseppe Casarrubea

Giuseppe Casarrubea (1946 - 2015), ricercatore storico. E' stato impegnato per anni in studi archivistici riguardanti soprattutto i servizi segreti italiani e stranieri. Ha pubblicato i risultati delle sue indagini con le case editrici Sellerio e Flaccovio di Palermo, Franco Angeli e Bompiani di Milano.
Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Esquivel e Solanas su Bergoglio

  1. silvia ha detto:

    grazie delle informazioni

  2. Francesco Cecchini ha detto:

    Scusate il refuso. Esquivel afferma che Bergoglio non lo accompagno ‘ nella lotta per i diritti umani nell’ epoca della dittatura militare.

  3. Ivana ha detto:

    Si, avevo già, sentito opinioni a “difesa” di Bergoglio… che dire, la macchina del fango si era messa in moto con eccessivo tempismo per essere credibile. E comunque, se ci fossero stati episodi particolarmente oscuri, non sarebbe stato eletto, sicuro…. Speriamo adesso che non si metta in una situazione di pericolo rinunciando a buona parte della scorta… il mondo è pieno di pazzi. E il Papa per quanto, povero, resta sempre il Papa.

  4. Francesco Paolo Magno ha detto:

    Io ho da tempo una “cartina di tornasole” : se un individuo è denigrato da tantissime parti, io ne deduco che quasi sicuramente questo individuo sta dalla parte del Bene e della Verità.

  5. Pingback: Esquivel e Solanas su Bergoglio | Informare per Resistere

  6. Pingback: Esquivel e Solanas su Bergoglio | FiascoJob Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...